PUC di Albenga 2018-01-22T10:55:37+00:00

Project Description

LUOGO: Comune di Albenga (IM)

COMMITTENTE: Comune di Albenga

PERIODO: 2007

TIPOLOGIA DI STUDIO: Redazione del PUC di Albenga che sarà composto dai seguenti atti: descrizione fondativa; documento degli obiettivi; struttura del piano; norme di conformità e di congruenza.

PIANO URBANISTICO COMUNALE DI ALBENGA (IM)

Il nuovo Piano Urbanistico Comunale della Città di Albenga si è misurato con un territorio esteso e fortemente caratterizzato nello scenario provinciale e regionale, vuoi in ordine ai ruoli e alle specializzazioni economiche, vuoi riguardo ai ruoli delle funzioni di servizio, la sanità, la formazione, la cultura.
Un territorio complesso e fragile al tempo stesso, caratterizzato soprattutto da un’alta vocazione agricola che il Piano ha cercato di salvaguardare attraverso un dedicato “Distretto Agricolo di Trasformazione” per la realizzazione di un vero e proprio Parco Agro Tecnologico affidando alla realizzazione di un Masterplan il percorso di riordino e potenziamento della infrastrutturazione tecnologica, logistica, ed ecologica della produzione agricola per sostenerne la competitività e migliorarne la sostenibilità.
Sostenibilità che il piano ha ricercato agendo anche sul recupero e ridisegno di frange urbane disordinate, sul ripensamento del sistema della mobilità a partire dal progetto di spostamento della stazione ferroviaria, sulla qualificazione dei servizi e della città pubblica, sulla valorizzazione del centro storico monumentale e sulla creazione di un distretto culturale che vede nell’itinerario della Via Julia Augusta la sua spina dorsale fondamentale.

GLI OBIETTIVI E LE PRESTAZIONI DI QUALITA’ DEL PIANO

CENTRO STORICO MONUMENTALE
1. inserimento in un circuito di fruizione storico-archeologica di respiro territoriale e di rilievo internazionale
2. integrazione e valorizzazione del sistema di offerta museale (e sue integrazione con l’offerta formativa)
3. valorizzazione del centro commerciale naturale del centro storico e dei suoi confini
4. integrazione e riqualificazione del rapporto con le aree di margine di Via Genova anche con azioni di delocalizzazione di volumi incongrui con riconoscimento di crediti edilizi

CITTA’ CONSOLIDATA
1. riqualificazione dell’asse viario longitudinale dal nuovo svincolo sull’Aurelia alla marina
2. riqualificazione e potenziamento del sistema di accessibilità e attestamento per la sosta alle aree centrali
3. ricucitura del sistema di servizi e progetti di arredo e riqualificazione delle sedi stradali e aree pubbliche
4. estensione delle politiche di tutela e valorizzazione della città storica all’area di Viale dei Mille, Viale Martiri della Libertà, Viale Trieste
5. riorganizzazione del mercato ambulante con azioni di riquallificazione urbana su Viale Martiri della Libertà e Viale Trieste e riorganizzazione della circolazione

CITTA’ NUOVA (DELL’AURELIA)
1. riduzione della eccessiva specializzazione funzionale degli insediamenti con l’inserimento di presenze residenziali e di funzioni alberghiere (anche a supporto dell’ospedale)
2. miglioramento delle condizioni di accessibilità dell’area con la realizzazione di una nuova strada dalla Turinetto all’Aurelia, per proseguire verso la marina (sulla viabilità esistente)
3. realizzazione del polo scolastico superiore anche come occasione di riqualificazione e integrazione urbana
4. riqualificazione dell’offerta sportiva anche in relazione ad un più generale ridisegno dell’offerta fruitiva a scala urbana oltre che alle esigenze di riordino morfologico del distretto
5. realizzazione di un parco archeologico del ponte romano “Pontelungo” attraverso opportune manovre perequative

CITTA’ DELLA PRODUZIONE
1. selezione delle aree produttive e loro riqualificazione e infrastrutturazione (organizzativa e tecnologica)
2. realizzazione della piattaforma logistica
3. ridurre ogni possibile manovra fondiaria a condizioni di accertate necessità
4. incentivare nel centro storico e nei comparti di trasformazione la costituzione di una moderna città della conoscenza

CITTA’ DELLA COMUNICAZIONE
1. completare la individuazione della Via Aurelia bis e di tutte le infrastrutture stradali ad essa collegate (verso la città)
2. attestare alla nuova stazione FS le strade che la rendono raggiungibile realmente
3. verificare l’approdo al Porto turistico dal punto di vista della viabilità
4. consentire alla città di disporre di infrastrutture per l’information technology in modo da essere attrattiva per le funzioni innovative

CITTA’ DELL’ECOLOGIA
1. riqualificare il bilancio energetico della città consolidata e dei distretti di trasformazione
2. completare l’infrastrutturazione e il ciclo integrato delle acque
3. promuovere una gestione razionale sostenibile della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti

FRAZIONI E SPAZIO RURALE
1. miglioramento delle dotazioni ecologiche e della qualità ambientale della Piana
2. valorizzazione del patrimonio storico culturale diffuso e del suo paesaggio
3. predisposizione di un sistema di fruizione ciclopedonale tra i nuclei, le emergenze e i recapiti esterni (la via per Arnasco per esempio) più significativi anche su base storica
4. consolidamento del ruolo insediativo delle frazioni con addizioni coerenti per morfologia insediativa e tipologie con i caratteri tradizionali dei tessuti dei borghi
5. sostegno ai processi di innovazione tecnologica ed organizzativa della filiera agricola, conservando e valorizzando le peculiari condizioni del suo paesaggio: la “Città di vetro” e il suo progetto per il PSR regionale
6. potenziamento dell’offerta turistica in ambiente rurale nelle forme che sappiano incentivare la creazione di nuova imprenditorialità turistica
7. sviluppo di una offerta fruitiva come parco territoriale fluviale e montano

Carta dei Vincoli

Estratto del Piano

Schema di assetto